Orizzonti vicini e lontani: Parc Güell

Frutto della mente creativa di Antonio Gaudí, il Parc Güell di Barcellona è uno dei luoghi più belli della Spagna in cui suggestione, colori e architetture si mescolano armoniosamente.

Ubicato nel quartiere Gràcia, il Parc Güell venne ideato agli inizi del Novecento. Inizialmente avrebbe dovuto ospitare ben 60 abitazioni ma in realtà ne furono costruite solo due, colorate e dal tetto dalla curiosa forma di fungo.

Con il tempo, il parco avrebbe poi acquisito la fisionomia con cui oggi lo conosciamo.

Passeggiando tra le sue costruzioni e strutture, notiamo come l’artista abbia fatto ricorso alla tecnica del trencadìs già usata nella Casa Battlò. In cosa consiste? Tale tecnica “unisce frammenti di ceramica e pezzi di vetro colorati, riproducendo una sorta di mosaico con materiali di scarto” (cit. da https://www.greenme.it/viaggiare/europa/parc-guell/ ).

Gaudí è sicuramente un artista unico nel suo genere. Riservato e misterioso, egli unisce fantasia, intelligenza e colori in sculture e rappresentazioni mai banali e dal significato mistico e profondo.

https://commons.m.wikimedia.org/wiki/File:Antoni_Gaudi_1878.jpg#mw-jump-to-license

Camminando tra le panchine e le curiose figure mitologiche del parco, è possibile imbattersi nella “Casa Museu Gaudí“, cioè la casa di Gaudí, oggi adibita a museo che ci permette di scoprire ulteriori aspetti della sua vita personale e delle tecniche da lui usate.

Prima però di solcare il pavimento della sua casa, conosciamo alcune delle opere del parco. Pronti?

1. Come non restare ammirati ed abbagliati dalla maestosità della Scalinate del Parc Güell? I suoi gradini attendono solo di essere solcati.

2. Se vi piacciono gli animali fantastici, sicuramente non potrete non notare questa suggestiva Salamandra, decorata con frammenti colorati di ceramica.

3. Non dimenticate di aguzzare la vista e di scorgere i numerosi mosaici che adornano colonne e pareti.

Se poi vi stancate, potete riposarvi su questa panchina dalla suggestiva forma serpentina (ne mostriamo solo una parte riccamente decorata) da cui poter continuare ad ammirare il parco.


Per saperne di più e scoprire come raggiungere e visitare questo luogo incredibile, cliccate qui:

https://www.greenme.it/viaggiare/europa/parc-guell/

https://www.casabatllo.es/it/antoni-gaudi/park-guell/

https://www.barcellona.org/parc-guell/

N.B. Tutte le immagini, tranne quella che riproduce l’immagine dell’architetto catalano, sono tratte da http://www.pixabay.com

Maria Domenica Depalo