Quesito numero trentotto

horse

[…] un filosofo francese del nostro secolo, Jean – Paul Sartre, ha detto che <<siamo condannati a essere liberi>>. E per questa condanna non c’è amnistia…                                                            (da “Etica per un figlio”, di Fernando Savater, Laterza)

Ma siamo sempre liberi davvero? Cosa pensate dell’affermazione di Sartre?

[…] a French philosopher of our century, Jean-Paul Sartre, said that << we are condemned to be free >>. And because of this condemnation there is no amnesty … (from “Ethics for a Son,” by Fernando Savater, Laterza)
But are we always free? What do you think about Sartre’s sentence?

Pubblicato da fuoritempofuoriluogo

Salve, mi chiamo Maria Domenica Depalo. Sono nata e cresciuta in Germania ma vivo in Italia da moltissimi anni. Sono appassionata di filosofia, matematica, psicologia e lingue straniere. Ho scritto due libri: "Il dono e altri racconti" e "Il problema della memoria. Aspetti filosofici e scientifici". Sono fondatrice ed editor in chief di "fuoritempofuoriluogo" e di "freewordsmagazine". Se vi va, leggete i miei articoli, commentateli e condivideteli.

32 pensieri riguardo “Quesito numero trentotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: