Quesito numero cinquantuno

Se la moglie non gli avesse fatto notare il modo in cui il suo naso pendeva, probabilmente la vita di Vitangelo Moscarda sarebbe proseguita come al solito, cioè in modo abbastanza ordinario e quasi noioso.

Abbiamo osato nominare il protagonista di “Uno, Nessuno e Centomila” di Luigi Pirandello per parlare di identità e domandarci chi e che cosa la determina.

“Non mi conoscevo affatto, non avevo per me alcuna realtà mia propria, ero in uno stato come di illusione continua, quasi fluido, malleabile; mi conoscevano gli altri, ciascuno a suo modo, secondo la realtà che m’avevano data; cioè vedevano in me ciascuno un Moscarda che non ero io non essendo io propriamente nessuno per me: tanti Moscarda quanti essi erano”. (da “Uno, Nessuno e Centomila)

Apparentemente criptica ed incomprensibile, attraverso il pensiero di “Gengé”, Pirandello ci pone una serie di domande dalle risposte non per niente ovvie.

  1. Chi sei?
  2. Chi sei per te stesso?
  3. Chi sei per gli altri?
  4. Le risposte alle domande numero due e tre coincidono?
  5. Se le risposte non coincidono, cosa ne è della nostra identità?

Link:

https://freewordsmagazine.wordpress.com/2017/06/28/luigi-pirandello-il-figlio-del-caos/

https://freewordsmagazine.wordpress.com/2017/08/23/un-incontro-in-una-sera-destate-intervista-ad-enrico-lo-verso/

https://www.frasicelebri.it/s-libro/uno-nessuno-e-centomila/

Maria Domenica Depalo

English version:

If his wife hadn’t pointed out that his nose was “strange”, probably Vitangelo Moscarda would have continued his ordinary and sometimes boring life.

We talk about the main character of “One, None and One Hundred Thousand” by Luigi Pirandello to talk about identity.

“I didn’t know myself at all, I had no reality of my own for myself, I was in a state of continuous, almost fluid, malleable illusion; the others knew me, each in his own way, according to the reality they had given me; that is, they saw in me each a Moscarda that was not me, since I wasn’t really anyone for me: as many Moscarda as they were “. (from “One, None and One Hundred Thousand”)

Pirandello’s words above seem cryptic and incomprehensible but they could be the right instrument to analyze these questions. Are you ready?

  1. Who are you?
  2. Who are you for yourself?
  3. Who are you for the others?
  4. Do the answers to the questions number two and three coincide?
  5. If the answers don’t coincide, what happens to our identity?

Links:

https://freewordsmagazine.wordpress.com/2017/06/28/luigi-pirandello-il-figlio-del-caos/

https://freewordsmagazine.wordpress.com/2017/08/23/un-incontro-in-una-sera-destate-intervista-ad-enrico-lo-verso/

https://www.frasicelebri.it/s-libro/uno-nessuno-e-centomila/

Maria Domenica Depalo

 

 

 

29 pensieri su “Quesito numero cinquantuno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.