Che paura! Le dieci fobie più strane.

Che paura! Le dieci fobie più strane.

La paura fa parte di noi. Provare tale emozione può salvarci da situazioni pericolose ed inquietanti. Tuttavia un’esagerazione esasperata delle paure può sfociare in vere e proprie fobie.

Vivere sopraffatti dal carico emotivo determinato da timori spesso irrazionali ed illogici può incidere sulla qualità della vita peggiorandola notevolmente. Allora cosa si può fare?

Prima di tutto bisogna identificare bene la tipologia di fobia. Solo conoscendo il proprio “nemico” sarà possibile trovare gli strumenti più giusti per sconfiggerlo. Una volta identificato l’avversario, è possibile ricorrere all’intervento di uno specialista che potrà trovare la soluzione più idonea alla risoluzione del problema.

Molte fobie infatti hanno radici profonde riconducibili al passato o ad eventi traumatici di cui spesso non si è del tutto consapevoli.

Partendo dal presupposto che le fobie siano “solo” centinaia su centinaia, noi ne osserveremo però appena dieci, sufficienti per comprendere il loro effetto, anche devastante, sulla vita dell’individuo soprattutto da un punto di vista relazionale.

  1. Hipopotomonstrosesquipedaliofobia: derivante dalle parole hipopotos (enorme), monstrum (mostro), sesquipedalis (lunghissimo) e phobia (paura), nota anche come sesquipedaliofobia, essa rappresenta la paura per le parole lunghe;
  2. Automatonofobia: di origine greca (deriva da automaton, automatico ed immediato), tale termine indica la paura per tutto ciò che appare umano ma non lo è, come le bambole ed i monumenti ad esempi;
  3. Afefobia: le origini di questo termine ci permettono di comprendere immediatamente di cosa parliamo. Afefobia deriva dal verbo greco apto che significa toccare e ovviamente da fobia, paura: si tratta quindi della paura del contatto fisico;
  4. Cromatofobia: chi è afflitto da questa fobia teme i colori;
  5. Allodoxafobia: questa parola è composta dall’aggettivo greco allos (altrui) e dal sostantivo doxa (opinione). Parliamo quindi del timore delle opinioni altrui;
  6. Numerofobia: decisamente interessante, in base all’etimologia del termine, possiamo affermare che è la fobia per i numeri e per ciò che è astratto;
  7. Clinofobia: tale termine, ottenuto dal verbo greco klino (inclinarsi) e fobia (paura) essa rappresenta l’irrazionale paura di addormentarsi connessa probabilmente all’atavico legame tra ipnos e thanatos, cioè tra sonno e morte;
  8. Ergofobia: è una fobia purtroppo molto diffusa, soprattutto in questo momento storico. Si tratta della paura di lavorare, come suggerisce l’etimologia del termine (ergon, lavoro);
  9. Singenesofobia: in questo caso parliamo di una fobia in molti casi decisamente comprensibile e giustificabile. Come si evince dall’etimologia del termine (sin= con, genesis= origine, fobia= paura) trattasi della paura dei parenti;
  10. Eleuterofobia: derivante dal termine greco eleutheria (libertà), tale lemma designa un timore irrazionale verso qualcosa dal quale la nostra stessa esistenza non può prescindere: la libertà.

E voi, quali paure irrazionali provate?

Link:

https://www.corriere.it/salute/cards/18-fobie-piu-assurde-cui-soffre-gente/cromatofobia_principale.shtml 

Maria Domenica Depalo

73 pensieri su “Che paura! Le dieci fobie più strane.

  1. aracnofobia, fobia abbastanza comune che ho da quando ero bambina, non importa che il ragno sia grande quanto la testa di uno spillo, se ne vedo uno cerco qualcuno che me lo tolga dalla vista. Ma non pensavo che ci fossero così tante fobie particolari

    Piace a 1 persona

  2. Afefobia e sopratutto l’Allodoxafobia vengono citati in alcuni film horror, le altre non le conoscevo. Io invece ne ho una che non hai messo in eleno e non é comune, l’amaxofobia: ovvero la paura di guidare. Che sto cercando di combattere.

    Piace a 1 persona

  3. Alcune le conoscevo, altre mai sentite. Però più leggevo, più speravo mettessi una mia grossa fobia che non in molti non conoscono. La Omfalofobia, la paura dell’ombelico e nel mio caso che me lo tocchino perché ho paura che si buchi ahaha

    Piace a 1 persona

  4. Esistono davvero tante fobie e paure strane… come la mia… mio marito mi prende in giro per la mia e a volte mi dico che sono stupida… ho paura ed evito di passare sopra alle grate sui marciapiedi ho la paura che si stacchi e possa cadere sotto… da tempo ce l’ho e se mi capitano queste grate e devo per forza passarci mi aggrappo a mio marito e mi sento male…davvero… poi mi dò della stupida ma non posso farci niente…
    Interessante il tuo articolo!

    Piace a 1 persona

  5. Non sapevo che esistessero cosi tante fobie e sopratutto cosi strane e particolari, quella più inquietante secondo me é l’ Afefobia. Secondo me rende la vita quotidiana un incubo, basta pensare ad una semplice controllo medico, come si fa a farsi visitare se non ci si fa toccare?

    Piace a 1 persona

  6. Credo di soffrire di Claustrofobia. Ma non so se sia proprio la parola giusta. Ho paura degli ambienti piccoli e stretti. E ne ho talmente tanta paura che quando sono stanca o non sto bene i miei incubi sono ricorrenti: rimanere chiusa in uno sgabuzzino piccolo piccolo e non riuscire a liberarmi.

    Piace a 1 persona

  7. Di fobie ce ne sono tante, ognuno di noi ha paura in qualcosa, alcuni in ckse comuni altri in qualcosa di particolare ma la paura sarà associata a qualcosa. Una mia amica ha una paura tremenda delle farfalle, cosa gli faranno mai, evidentemente la pauraper questi sarà associato a qualcosa che io non comprendo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.