Bookcrossing: come donare un libro

book

Bookcrossing: come donare un libro

Occhi che incrociano sguardi, occhi che si posano su lettere e parole, occhi che scoprono libri apparentemente “persi” su una panchina, negli interstizi di una parete o persino sul bancone di un bar. Apparentemente dimenticati per distrazione, in realtà essi occupano quegli spazi per un preciso atto di volontà del loro possessore.

Ma perché tali libri sono stati “abbandonati”?  La motivazione è semplice e nobile allo stesso tempo: farli ritrovare e quindi riscoprire da chiunque li incroci sulla propria strada. Perché possano essere letti e acquisire nuova linfa vitale donandone un po’ della propria originaria. Stiamo parlando del book-crossing che sembra diffondersi sempre più anche da noi. Finalmente, aggiungerei.

blond
https://pixabay.com/it/photos/biondo-bionda-ragazza-erba-1866951/

L’espressione book-crossing deriva dall’unione di due termini inglesi: book, libro e cross, incrociare. In effetti, una volta incrociata la copertina di un libro ed incuriositi dal suo titolo, superato l’“imbarazzo” iniziale di questo incontro lo si prende e se ne diventa depositari, scegliendo di tenerlo oppure di donarlo di nuovo, una volta terminata la lettura.

Spesso tali libri sono accompagnati da biglietti con i quali il precedente proprietario spiega le ragioni di questo dono e lo spirito di questo suo agire.

books
https://pixabay.com/it/photos/libri-lettura-beach-vacanza-918521/

continua nella pagina seguente –>

Pubblicato da fuoritempofuoriluogo

Salve, mi chiamo Maria Domenica Depalo. Sono nata e cresciuta in Germania ma vivo in Italia da moltissimi anni. Sono appassionata di filosofia, matematica, psicologia e lingue straniere. Ho scritto due libri: "Il dono e altri racconti" e "Il problema della memoria. Aspetti filosofici e scientifici". Sono fondatrice ed editor in chief di "fuoritempofuoriluogo" e di "freewordsmagazine". Se vi va, leggete i miei articoli, commentateli e condivideteli.

38 pensieri riguardo “Bookcrossing: come donare un libro

  1. Adoro il bookcrossing. Anche io ho partecipato in più di un’occasione. Qui nella mia città ci sono anche molti punti dedicati proprio al bookcrossing, bacheche per strada e nei parchi pubblici oppure mensole apposite in alcuni locali e caffè!

    Piace a 1 persona

  2. Adoro il bookcrossing! Mi sono imbattuta in libri generosamente donata sia a Londra (fantastici!), sia in qualche biblioteca di Roma. Trovo sia un concetto individuale meraviglioso!

    Piace a 1 persona

  3. Nella biblioteca della mia città c’è un tavolino dove vengono appoggiati i libri portati dai cittadini che li vogliono lasciare al prossimo. Ci sono sempre nuovi ed interessantissimi titoli… Un’occasione unica per scovare nuovi titoli e storie, sapendo che se sono lì è perché qualcuno prima di noi li ha amati tanto da volerli condividere!

    Piace a 1 persona

  4. Mi piace moltissimo questa iniziativa. L’ unica cosa è che se un libro mi è piaciuto moltissimo faccio fatica a separarmene. Comunque ancora non ne ho trovati in giro:-) però bello si.

    Piace a 1 persona

  5. Non sapevo di questa iniziativa Anche se in certi parchi pubblici ho visto molte cassettine con dentro i libri Quindi ho pensato ci fosse uno scambio Di libri Speriamo diventi una nuova moda Così anche libri vecchi possono tornare A essere riutilizzati

    Piace a 1 persona

  6. A Milano trovo spesso libri “abbandonati”. Nella metropolitana, in alcuni bar. Qualche anno fa, quando andavo ancora in università, era stata avviata un’iniziativa di bookcrossing nelle metropolitane di Milano, ma poi la cosa è andava scemando perché le persone prendevano i libri, ma poi non ne mettevano di altri. L’iniziativa devo dire che è ottima, mi piace toccare le pagine di un libro, che sono pregne di vita vissuta, di segni scritti a penna, di sottolineature. Il problema sta proprio nel fatto che se si da il via ad un’iniziativa del genere, chi decide di partecipare deve rispettarne anche le regole, per poterlo mantenere vivo.

    Piace a 1 persona

  7. Non sapevo di questa cosa, ma mi piace molto l’idea infatti ho aperto la pagina del sito per vedere se l’organizzano dalle mie parti. Non conoscendo l’iniziativa ho sempre fatto qulcosa di simile, qundo mi capita di ricevere dei libri che non mi interessano, metto un annuncio nei gruppi facebook: te lo regalo se te lo vieni a prendere e raccomando sempre a chi li prende che se una volta letti non vogliono conservarli, di regalarli a loro volta.

    Piace a 1 persona

  8. Ne ho sentito parlare bene, vedo anche giornali e rivisti in teoria abbandonati nei vagoni dei treni, metropolitana e bus ma in realtà sono lì per usarli e leggere fino alla destinazione

    Piace a 1 persona

  9. L’iniziativa è davvero ottima ed io già da anni faccio lo scambio di libri con delle amiche, famigliari e conoscenti.
    Adoro questa pratica anti spreco ed anti spese inutili.
    D’altronde è anche una possibilità in più per conoscere le persone nuove.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: