Recensione: Una lezione d’ignoranza

Recensione: Una lezione d’ignoranza

“L’uomo vive in gruppo perché è gregario, ma legge perché si sa solo. La lettura è per lui una compagnia che non prende il posto di nessun’altra ma che nessun’altra potrebbe sostituire”.

Sillabe, parole e frasi, storie e significati, immagini e fantasie: quanto è preziosa la lettura per vivere e rivivere storie che non sono nostre ma che poi lo diventano “incarnandosi” nei nostri sogni e pensieri.

Daniel Pennac, in “Una lezione d’ignoranza”, che si configura come ringraziamento sorpreso e ricco di significato e ironia della laurea ad honorem in pedagogia conseguita presso l’università di Bologna nel 2013, pone l’accento proprio sull’impatto che la lettura ha avuto sulla sua vita di scolaro e su quella dei suoi alunni.

dav

Photoby©MariaDomenicaDepalo

Da studente prima e poi da insegnante, Pennac ha colto e sottolineato il legame tra la magia dei libri e del loro peso nella capacità di suscitare curiosità nel lettore.

Photoby©MariaDomenicaDepalo

Photoby©MariaDomenicaDepalo

continua alla pagina seguente –>

38 pensieri su “Recensione: Una lezione d’ignoranza

  1. “L’uomo vive in gruppo perché è gregario, ma legge perché si sa solo. La lettura è per lui una compagnia che non prende il posto di nessun’altra ma che nessun’altra potrebbe sostituire”. Continuo a leggere e rileggere questa citazione e non posso che non trovarmi d’accordo con te! La conoscenza deve far parte del nostro background culturale, solo così potremo sempre misurarci in nuove realtà e sfide che la vita ci pone davanti al nostro cammino!

    Raffaella

    Piace a 1 persona

  2. Con la lettura ormai da tempo ho un pessimo rapporto.Non riesco a leggere un libro intero ormai da tempo. Pensa che da ragazza ne leggevo uno a settimana! Mi riprometto di riprendere il ritmo, ma poi mi blocco…
    Il libro di cui parli penso che lo consiglierò a mio figlio studente universitario con il sogno di fare l’insegnante 😊.

    Piace a 1 persona

  3. Il mio rapporto con la lettura è iniziato non molto tempo fa. A scuola, o da più piccola, non mi piaceva leggere perché vedevo questa attività come imposta da altri per lo studio e per prendere poi il bel voto finale. Erano quindi letture imposte, che spesso non mi interessavano e non mi entusiasmavano affatto. Al liceo invece ho cominciato a leggere qualcosina di più interessante e via via con gli anni ho riscoperto la bellezza di leggere. Negli ultimi mesi, costretta in casa come un po’ tutti, ho letto veramente molto.

    Piace a 1 persona

  4. Un libro molto interessante che leggerò e proverò a passare a chi non ama leggere. Per me è quasi impossibile pensare di non leggere…fin da piccola leggevo tutto ciò che mi capitava a tiro e ne sono felice perchè la lettura è una cosa preziosissima a cui è impensabile rinunciare per me.

    Piace a 1 persona

  5. Io leggo tantissimo, i libri sono i miei compagni fedeli, non solo adesso. Anche prima qundo uscivo di casa avevo ul libro sempre con me che spuntava dalla borsa durante le lughe file in posta o qundo ero in treno

    Piace a 1 persona

  6. Daniel Pennac è un autore che non ho ancora letto (dovrò recuperare, lo so) però è vero, lode a quei professori capaci di stimolarti alla lettura e alla cultura arricchendoti anche sotto il profilo umano.
    Personalmente amo leggere e immergermi nelle storie che ci trovo dentro. Sempre lode alla lettura, ai buoni libri….e ai buoni professori!

    Piace a 1 persona

  7. Sono sempre stata, fin da bambina, una persona che alle persone spesso ha preferito un buon libro da leggere nella tranquillità della camera da letto. Apprezzo i libri perché mi fanno scoprire e vivere vite che altrimenti non potrei nemmeno immaginare.

    Piace a 1 persona

  8. Io sono una divoratrice di libri. Da quando avevo nove anni la lettura è stata la mia amica, la mia forza per andare avanti in un mondo dove non tutti mi accettavano. Mi rifugiavo nelle pagine dei libri e volavo con la fantasia. Ho desiderato con tutta me stessa che anche mia figlia avesse questa passione ma purtroppo non è così. Non ama leggere ahimè

    Piace a 1 persona

  9. Prima di uscire di casa ognuno ha le sue “manie”, la mia è quella di controllare se ho un libro in borsa. Che io debba andare a pagare una bolletta in posta, che debba spostarmi con i mezzi pubblici o andare ad una visita medica non resisto dall’impiegare l’attesa con un bel libro.
    Molte volte capita persino che mi debbano chiamare più volte perché sono talmente impegnata nella lettura da non accorgermi che è arrivato il mio turno 😀 Sono un’inguaribile lettrice e, fortunatamente, son riuscita a trasmettere questa passione anche ai miei figli!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.